giovedì 2 luglio 2015

The Wedding Day

Non sono mai stata una di quelle bambine che fin da piccole sognavano il giorno del loro matrimonio. Preferivo la mia bicicletta rossa al cavallo del principe azzurro.
Sono sempre stata molto aperta su questo tema, caldeggio la convivenza, consiglio di conoscersi più che bene prima di fare un passo così importante.
Sono convinta che due persone non devono stare insieme perché sono sposate ma solo perché si amano e vogliono costruire un futuro, quindi per me non è fondamentale che si sposino.
Non è un anello che fa la differenza.
Poi ho incontrato Lui.
Non abbiamo avuto un inizio facile, ne una vita facile però l’abbiamo costruita poco alla volta, abbiamo creato una famiglia, la nostra famiglia. 
E quando ormai sembrava una cosa che non avremmo mai fatto, e tutti davano per scontato che saremmo rimasti per sempre solo una coppia, Lui mi ha chiesto di sposarlo, senza frasi romantiche o scene epiche, una richiesta seria e concreta: “inizia a organizzare il matrimonio (punto)” più concreto di così…
In quelle poche parole però si racchiudeva un desiderio che covava da tempo, ma che mai prima aveva iniziato a prendere forma.
È stato semplice, naturale, in sei mesi abbiamo organizzato tutto e ogni tanto ci chiedevamo se avevamo dimenticato qualcosa perché sembrava tutto troppo semplice e facile. Non abbiamo girato per ristoranti, negozi di vestiti, bomboniere..ecc.. Abbiamo visto un ristorante, ci è piaciuto talmente tanto che lo abbiamo scelto subito e così è stato anche per le scarpe e i vestiti. E per le bomboniere e tutto il resto abbiamo fatto tutto da soli e con una grande dose di pazienza e amore!!! 
Insomma quello che non avevo mai sognato è stato uno dei giorni più belli della mia vita (gli altri due sono i giorni in cui sono nati i nanetti!!!)
È stata una festa bellissima, dove abbiamo sentito da vicino l’affetto vero di amici e parenti. 
Si respirava amore e questo ha reso tutto indimenticabile.
Abbiamo ricevuto baci e abbracci sinceri così belli che li vorrei ricevere tutti i giorni. Abbiamo ballato, cantato e ci siamo resi conto che gli affetti, quelli veri, non muoiono mai, rimangono li in attesa, per accompagnarci nei momenti più importanti della nostra vita.

Grazie a tutti quelli che hanno partecipato, ma soprattutto grazie a Te…





3 commenti:

Paola ha detto...

Accidenti, veramente molto concreta la proposta! Però l'importante è che ci sia l'amore, come dici tu, poi il matrimonio non è obbligatorio

Micaela Milanello ha detto...

L'amore non e' facile.. Ma quando e' vero traspare anche dalle parole e dai buffi aneddoti.. Ed è questo che ho sentito leggendo il tuo dolce racconto. Tantissimi auguriiii!!! 😘

Micaela Milanello ha detto...

L'amore non e' facile.. Ma quando e' vero traspare anche dalle parole e dai buffi aneddoti.. Ed è questo che ho sentito leggendo il tuo dolce racconto. Tantissimi auguriiii!!! 😘